Welfare e Promozione Sociale
26 giugno 2019

Joint training a Lisbona per il progetto #SportsIdentity

Dal 18 al 21 giugno, si è svolta la formazione dei giovani animatori e operatori sportivi coinvolti nel progetto europeo
Joint training a Lisbona per il progetto #SportsIdentity

Dal 18 al 21 giugno, a Lisbona, si è tenuto il joint training, la formazione dei giovani animatori e operatori sportivi coinvolti nel progetto Sports Identity. Il progetto europeo, finanziato dall’Agenzia francese Agence du Service Civique, promuove l’aggiornamento delle competenze degli educatori sportivi che, attraverso lo sport, lavorano a sostegno dei giovani che vivono in situazioni di fragilità.

L’evento, ospitato dal Cai (Conversas associação internacional), ha coinvolto educatori provenienti da Francia, Italia, Austria e Portogallo. Il partner francese ha esposto le varie attività svolte in Francia per combattere le disuguaglianze sociali all'interno dei gruppi sportivi, adottando metodi per ristabilire l'uguaglianza nello sport, in particolare nel judo, con esercizi volti al miglioramento della comprensione dei ruoli. Ad esempio passare dal fare l'atleta a fare il giudice di gara, per comprendere meglio le responsabilità di ognuno.

Il partner austriaco ha spiegato i propri metodi di allenamento, in particolare con la boxe ed infine il CSI ha spiegato ai partner gli esercizi ludico-motori utilizzati nelle diverse attività.

La formazione portoghese ha gettato le basi per la raccolta di buone pratiche di prevenzione che verranno raccolte in un manuale, il toolkit, volto a favorire e migliorare l'integrazione nell'ambito sportivo con delle best practice da far adottare agli istruttori nei diversi territori.

Il 26 e 27 settembre 2019, a Varese, è previsto il secondo meeting del progetto.