15 marzo 2018 - 18 marzo 2018
Folgaria

SCI: LIVE DA FOLGARIA

Tutto sul 20° Campionato Nazionale “Diavolina Cup”

SCI: LIVE DA FOLGARIA

Dal 15 al 18 marzo la Skiarea Alpe Cimbra di Folgaria ospita il 20° campionato nazionale di sci alpino del CSI. In questa sezione del sito sarà possibile seguire tutti gli aggiornamenti relativi alle classifiche, foto, oltre alla sintesi dei principali momenti della finale arancioblu.

ORDINI DI PARTENZA e Classifiche --> http://bit.ly/2HD7l2M

Fotogallery http://bit.ly/2piDGo4

I 13 campioni di slalom speciale

I 13 campioni di slalom speciale

I campioni dello slalom speciale Csi

LW11
Aldo BAUDINO    P.A.S.S.O. - A.S.D. CUNEO

RAGAZZE FEMMINILE
Giordana Lucretia LOMBARDI 43.67 G.S. Alpini Sovere BERGAMO

RAGAZZI MASCHILE
Matteo PIAZZOLI 42.26 Sci Club Rovetta BERGAMO

ALLIEVE FEMMINILE
Greta SCHNEIDER 44.30 Sci Club Sauris A.S.D. UDINE

ALLIEVI MASCHILE
Pietro DUCI 42.10 Sci Club Valle di Scalve BERGAMO

JUNIORES MASCHILE
Diego ANDREOLETTI 41.08 Scalve Ski Moving BERGAMO

LADY (SENIORES-AUDULTE-MASTER-VETERANE)
Cristina CAPITANIO 43.43 Sci Club Ponte Nossa BERGAMO

VETERANI B
Giovanni GRASSI 50.90 Sci Club Valle di Scalve BERGAMO

VETERANI A
Andrea ROSSI 45.96 Sci Club Orezzo Valseriana BERGAMO

JUNIORES CRITERIUM FEMMINILE
Silvia PANZERI 45.81 Sci Club Presolana Monte Pora BERGAMO

MASTER MASCHILE
Bortolo BELINGHERI 42.85 Sci Club Valle di Scalve BERGAMO

ADULTI MASCHILE
Giacomo BETTINESCHI 43.47 Scalve Ski Moving BERGAMO

CRITERIUM SENIORES MASCHILE
Mario PIZIO 41.42 Sci Club Valle di Scalve BERGAMO

 

FOTOGALLERY

Diavolina Cup: sale la "febbre" del sabato sera a Folgaria

Diavolina Cup: sale la "febbre" del sabato sera a Folgaria

Non solo piste e neve! La Diavolina Cup è anche momento di incontro. Ufficializzato il programma del sabato sera a Folgaria. Alle ore 19 presso la chiesa parrocchiale di San Lorenzo (Piazza San Lorenzo,52), il consulente ecclesiastico nazionale del Csi, don Alessio Albertini, celebrerà la S. Messa. Quindi alle ore 21 avranno inizio le premiazioni dei campioni "runners" i vincitori stamattina dello slalom speciale. La premiazione, accompagnata dalla Festa e dalle immagini più belle del ventannale dei campionati nazionali di sci avverrà nel salone della Segreteria, adiacente al Palaghiaccio di Folgaria. Per l'occasione l'ingresso al ghiaccio sarà gratutio per i possessori di skipass, con noleggio pattini a 5euro.

Una serata inaugurale ricca di spunti

Una serata inaugurale ricca di spunti

Al ritmo musicale del Sextet Quartet Dixie Band sul palco della sala cinematografica “Paradiso” di Folgaria c’è stata la serata inaugurale del 20° campionato nazionale del Csi, condotta dal coordinatore tecnico nazionale ciessino, Renato Picciolo. Nevica all’esterno ma è subito caldo il clima in sala, con le parole del presidente nazionale del Csi, Vittorio Bosio, che saluta tutti i partecipanti, ricordando il percorso fatto per arrivare qui e soprattutto le venti edizioni. “Si diventa adulti trascorsi i ventanni. Non si invecchia, però, perché la partecipazione che riscontriamo qui significa che la proposta sportiva è attuale. L’augurio è che siano giornate di letizia e felicità. Siete qui per vincere, ma principalmente per vivere un’esperienza speciale, stando insieme a compagni ed avversari. Un ringraziamento speciale e gigante come gli slalom che andrete a disputare da domani, va ai cronometristi e ai giudici, senza i quali non sarebbe possibile tutto ciò.

La parola quindi va a Daniela Vecchiato, direttrice della APT dell’Altopiano di Folgaria- Lavarone, che nel dare il benvenuto ai 500 finalisti del Csi ha reso omaggio ad un territorio “pieno di storia, con il Lago di Lavarone, Luserna e l’isola linguistica in cui si parla il cimbro. Insomma un altopiano dove nulla accade per caso e tradizione, cultura e sport vivono 365 al giorno”.

L’assessore Davide Molteni, portando il saluto del sindaco, l’architetto Walter Forrer, ha mostrato apprezzamento per lo stile dei giovani che fanno sport nel Csi e ha sottolineato come i finalisti Csi gareggeranno sulle piste dove si è disputata la Coppa Europa quest’inverno. Per tutti poi l’emozione del video saluto di Sofia Goggia, l’azzurra campionessa olimpica che ha speso parole di incoraggiamento per i finalisti della Diavolina Cup, accendendola virtualmente con il suo sorriso e la sua carica. Infine don Alessio Albertini, consulente ecclesiastico nazionale arancio blu ha salutato i partecipanti ricordando che “il valore di ogni persona va ben oltre della medaglia possibile. Godetevi tutto il possibile, l’amicizia, le gare, la neve, ogni attimo di questa manifestazione”. L’ultimo lungo applauso è per Lorenzo Jacquemet, classe ’32 scomparso pochi giorni fa, a poche ore dal campionato nazionale di sci, indimenticato atleta, dirigente, presenza costante del Csi.

FOTOGALLERY

Quando un sindaco è davvero il numero uno…

Quando un sindaco è davvero il numero uno…

Alpe Cimbra – 16 marzo 2018. Lo junior Diego Andreoletti, sciatore dello Scalve Ski Moving con 28”11 ha fatto registrare stamattina il miglior tempo in pista nella prima giornata di gare alla Diavolina Cup in corso di svolgimento a Folgaria. E’ invece del sindaco di Rovetta, Stefano Savoldelli, bergamasco dello Sci Club Rovetta il miglior tempo “adulto”. Un gigante da vero numero uno, quello disputato velocissimo, 28”64 il suo tempo sulle 18 porte tracciate nella pista Martinella (Giudice di Gara: Federico Marinoni, Giudice di Partenza: Giacinta Tres, Giudice di Arrivo: Giovanni Flavio), mentre nella pista a fianco Agonistica (17 le porte tracciate con Giudice di Gara, Matteo Scanavacca, Giudice di Partenza, Rudy Baldioli e Giudice di Arrivo, Carola Balduzzi, e stesso dislivello) il miglior tempo di manche, tra le donne, è stato quello della “ragazza” friulana Sofia Colle, che in tuta Sci club Sauris, ha fatto fermare il cronometro appena sotto il mezzo minuto di gara. Sole alternato a nebbia nei cambi di ritmo del gigante di apertura, che come tradizione, ha suddiviso gli sciatori finalisti nel Csi, fra i Runners, più performanti e preparati e gli Sleepers, più lenti ma ugualmente determinati a tagliare il traguardo e a dare il meglio di sé. Da Fondo Grande entusiasmante e godibilissime al traguardo le discese, praticamente in parallelo dei gigantisti. Su un altro versante, la pista Termenthal ha visto gareggiare invece gli under 12, i baby in gara per il Trofeo Youngteam. Tracciato da Andrea Schir e con Nicolas Cagnoni giudice di Gara, Cinzia Mazzolini, Giudice di Partenza e Clara Del Negro Giudice di Arrivo, lo slalom di apertura, un gigante, ha visto i giovanissimi bergamaschi sugli scudi, seguiti da quelli camuni e trentini. Dei 176 iscritti squalificati in 25. Domani si torna in pista per lo speciale dei Runners (128 i qualificati); mentre gli Sleepers avranno ancora un gigante da affrontare. Domenica le manches decisive.

FOTOGALLERY

Speciale Runners: 11 campioni su 13 sono bergamaschi

Speciale Runners: 11 campioni su 13 sono bergamaschi

Seconda giornata di gare a Folgaria il 20° Campionato nazionale di sci del Centro Sportivo Italiano. Nella suggestiva cornice del noto altopiano trentino, la fitta neve ha reso ovattate le gara della Diavolina Cup.

Protagonisti assoluti gli sciatori del comitato di Bergamo, specialmente nella prova di slalom speciale, disputato sulla pista Agonistica a Fondo Grande. Al cancelletto di partenza erano 130 gli “specialisti” runners, ovvero i più veloci nel circuito bianco “arancioblu”, suddivisi nelle 13 categorie regolamentari. Il primo oro è al collo del solito Aldo Baudino, disabile impegnato sui pali stretti con il suo monosci. Il più veloce di tutti in pista, sulla Agonistica è stato lo juniores Diego Andreoletti dello Scalve Ski Moving Bergamo con un eccellente 41.08, che gli ha regalato la medaglia.

Il cronometro, quindi ha laureato ben 11 slalomisti orobici, mentre sulla pista Salizzona gli Sleepers, meno performanti sui pali, hanno gareggiato nel Parallelo in due manches di gigante e i 170 giovani under 12 del Csi, si divertivano a scendere nel gigante valido per il Trofeo Youngteam sulla pista di Serrada. Ecco i primi campioni nazionali Csi

Domani le manches decisive con lo Slalom Gigante Runners sulla Agonistica, i Baby impegnati sulla Salizzona divertente speciale con palo nano, mantre gli sleepers concluderano il campionato con un gigante sulla Martinella

Immagini video al link https://we.tl/UAdFqSEJ5O

Il sabato sera, fra Messa, festa e premiazioni

Il sabato sera, fra Messa, festa e premiazioni

Tradizione associativa vuole che l’esperienza di una finale Csi sia significativa non solo sulle piste. Ecco allora la bella serata di sabato sera con la tradizionale Festa delle regioni, dove tra un bicchiere e vari assaggi è stato possibile slalomeggiare anche fra i sapori gastronomici delle regioni presenti a Folgaria. Molti i ragazzi che hanno approfittato del Palaghiaccio aperto appositamente di sera per indossare le lamine ai piedi e pattinare in scioltezza. Prima della festa, molto partecipata è stata la messa vespertina della quinta di Quaresima. Nella Chiesa di San Lorenzo, gremita, con don Alessio Albertini c’erano anche don Daniele Laghi, consulente ecclesiastico del Csi Trentino e don Franco Torresani, il "prete volante", pluricampione di corsa in montagna e duathlon. Entrambi amanti dello sport e vicini a chi si occupa delle nuove generazioni erano sull’altare assieme al parroco don Giorgio. “Siamo fatti per regalarci agli altri – le parole del consulente ecclesiastico nazionale del Csi – occorre dare aiuto a chi lo chiede senza fare aspettare. Per essere felici, oltre alle medaglie occorre rendere felice qualcun altro. La gioia di Pasqua è appunto nel rendere felice il prossimo”