Riconoscimenti

Il CSI è un Ente di promozione sportiva diffuso su tutto il territorio nazionale riconosciuto dal CONI.

È riconosciuto dal Comitato Italiano Parolimpico quale Organizzazione Promozionale al movimento paralimpico.

È riconosciuto dalla Conferenza Episcopale Italiana come associazione di ispirazione cristiana.

È riconosciuto dal Ministero dell'Interno quale Ente nazionale con finalità assistenziali.

È iscritto al registro nazionale delle Associazione di Promozione Sociale, riconosciuto riconosciuto dal Ministero della Solidarietà sociale.

È riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione quale ente accreditato per la formazione del personale della scuola. Con lo stesso Ministero ha stipulato un Protocollo d'Intesa per l'organizzazione e la promozione di azioni di sensibilizzazione e di informazione rivolte a studenti, docenti e genitori sul valore della pratica sportiva,nonché di percorsi di formazione, aggiornamento e occasioni di incontro per docenti e genitori.

Ha un protocollo d'Intesa con il Ministero della Giustizia per la promozione di attività di reinserimento e inclusione sociale destinate ai minori gravitanti nell'area penale esterna.

Ha un protocollo d'Intesa con il Ministero della Salute  per promuovere e facilitare l’assunzione di abitudini salutari da parte della popolazione nell’ottica della prevenzione delle principali patologie croniche.

È ente accreditato in seconda classe dall'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile per la gestione dei progetti di servizio civile volontario.

Il CSI ha stipulato un protocollo d’intesa con il Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria per la realizzazione di attività motorio-sportive in favore dei soggetti in esecuzione di pena detentiva.

Fa parte della Consulta Nazionale delle Aggregazioni Laicali (Cnal).

Il CSI fa parte dell’alleanza Crescere al sud, per la promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza nelle regioni del sud Italia e, in questa prospettiva, aderisce anche al gruppo CRC per il monitoraggio dell’attuazione della carta dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia.

Aderisce al Forum permanente del Terzo settore, al Forum nazionale dei Giovani e ha firmato convenzioni di collaborazione con l’Associazione Italiana Genitori.